Sviluppo reti commerciali

Nikva - Sviluppo reti commerciali

Il presidio commerciale del territorio costituisce, per molte realtà industriali e commerciali, l’elemento determinante delle proprie attività di vendita.

Disporre di una rete commerciale che ha ben sviluppato il senso di appartenenza all’organizzazione centrale e lo spirito di collaborazione con essa, costituisce indiscusso elemento di forza.

Tali situazioni non sono casuali, sono il risultato di attività attentamente pianificate e diligentemente attuate.

Chi è sul territorio deve essere:

  • seguito nelle sue esigenze;
  • guidato in funzione degli sviluppi pianificati dall’organizzazione;
  • assistito nelle situazioni di necessità;
  • formato per affrontare, sempre meglio, le attività di sua competenza;
  • sostenuto in merito alle evoluzioni tecnologiche che caratterizzano l’attuale gestione delle attività commerciali.

Per fare tutto ciò occorre:

  • definire chiaramente ed attuare in modo coerente le politiche di vendita;
  • gestire in modo chiaro ed efficace i resi, le garanzie;
  • istituire un sistema di comunicazione in grado di reagire in tempo utile all’evolversi delle situazioni, sia nel breve come nel medio e lungo periodo;
  • mantenere elevata attenzione in merito agli aspetti formativi necessari a tutto il personale che opera all’interno della rete commerciale; sia personale esterno all’azienda, sia personale interno, in modo tale che la professionalità delle persone sia costantemente in crescita e, soprattutto in linea con le necessità operative e con l’evoluzione tecnologica.

Quanto sopra esposto, costituisce, in sintesi, la visione con la quale noi operiamo nel definire i parametri di governo delle reti commerciali.

I nostri interventi sono gestiti a 360 gradi, intervenendo sulle strutture, sui sistemi di comunicazione, sulla formazione, ma soprattutto “battendo” il territorio, per captare ogni aspetto che caratterizza l’attività per essere testimoni delle attività svolte sul campo e poter cogliere al meglio situazioni non ottimali e spunti di miglioramento.

L’azione sul campo, mirata alla crescita degli operatori e delle strutture esterne sprigiona, inoltre, una forza di difficile razionalizzazione, ma molto intensa ed importante che è costituita dalla percezione di appartenenza che le unità esterne avvertono nei confronti dell’unità centrale e di tutta l’organizzazione.